FERRANIA EURA

La Ferrania Eura è la vera protagonista di questo progetto. Il filo conduttore che unisce i fotografi.

 

Una macchina fotografica prodotta da Ferrania SpA a partire dal 1959 che inizialmente veniva venduta a 2650 Lire Italiane.
È una medio formato, abbastanza diffusa e molto apprezzata dai lomografi italiani.

Rispetto alle altre medio formato, ciò che incuriosisce della Eura, è la posizione insolita della manopola di avanzamento della pellicola, che si trova nella parte inferiore del corpo macchina e non nella parte superiore.
Insolito (e per nulla intuitivo) è il meccanismo di apertura del dorso posteriore, che viene azionato da una finta manopola.

Ha un obbiettivo con lente in plastica, messa a fuoco da 2 a 8 mt e infinito, soltanto 2 aperture quali f/8 (nuvoloso) e f/12 (soleggiato) , ha un solo tempo di scatto pari a 1/50 di secondo ed è priva di posa B.

PECULIARITA'

E' proprio l'obbiettivo con lente in plastica a variare il risultato finale delle foto, se rovinato o meno.

Inoltre, grazie alla manopola che aziona il rullino manualmente a ogni scatto è possibile sottoporre le fotografie ad una doppia esposizione, sovrapponendo le immagini e dando vita a scatti sovrapposti ma di rara bellezza!

L'AZIENDA FERRANIA

Nata nel 1915 a Cairo Montenotte, in Liguria, e diventata nel secondo dopoguerra leader nel settore fotografico, poi Centro di Eccellenza di 3M per le tecnologie dell’immagine dal 1967 al 1996. I registi italiani della metà del XX secolo utilizzarono le pellicole cinematografiche P30 in alcuni dei film più amati al mondo. Era così popolare che è stata creata una versione di pellicola adatta anche alla fotografia. 

© 2020 by LONGSUNDAY COLLECTIVE. Proudly created with FERRANIA EURA www.alongsunday.com

  • Instagram - Bianco Circle