Il tempo sospeso raccontato da 15 sguardi.

Quindici appassionati di fotografia raccontano con la stessa macchina fotografica - una Ferrania Eura del 1959 - la staticità che ci ha circondato durante il primo lockdown.

In quella situazione straniante, quella che ha caratterizzato la prima ondata, nella quale le giornate sono diventate ripetitive e simili tra loro avvolte in questo manto di silenzio.

Chiara Vannoni, ideatrice, in questa prospettiva ha cercato chi utilizzasse la FERRANIA EURA e potesse leggere con occhi diversi lo stesso momento, creando così il Collettivo aLongSunday.

Come una lunghissima e deserta domenica pomeriggio in cui quindici appassionati di fotografia hanno ripreso in mano la loro EURA.

L’idea è stata quella di documentare questi attimi assecondandone l'atemporalità per descrivere un momento inedito con uno sguardo antico.


Questa piccola e leggera macchina fotografica del 1959 è stata la chiave per accompagnare l’attesa.

Ma non ci sono stati vincoli di sorta. 

A ciascuno è stata data la totale libertà espressiva  per tecniche o scelte di soggetti.

L’unica regola, senza infrangere quelle già vigenti, è stata quella di leggere il presente tramite questo mezzo per osservare ciò che era vicino o dentro di noi.

Ciò che ci ha restituito è stato un quadro di analogie e dissonanze, colore e bianco/nero, cronaca e immaginazione. 

L’opera è ricca di sfaccettature e rimandi che non vogliono essere esaustivi ma costituire piuttosto una memoria, un diario di viaggio di un periodo in cui non ci si poteva muovere.

---

Fifteen photography enthusiasts tell with the same camera - a 1959 Ferrania Eura - the stillness that surrounded us during the first lockdown.

In that alienating situation, the one that characterized the first wave, in which the days became repetitive and similar to each other wrapped in this blanket of silence.

Chiara Vannoni, creator, in this perspective sought who would use the FERRANIA EURA and could read the same moment with different eyes, thus creating the aLongSunday Collective.

Like a very long and deserted Sunday afternoon in which fifteen photography enthusiasts took up their EURA again. The idea was to document these moments by supporting their timelessness to describe an unprecedented moment with an ancient look. This small and light camera from 1959 was the key to accompany the wait.